DONNE ISPIRATIVE, EPISODIO 6 - GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE - Mvintage

ACQUISTA 3 E OTTIENI 1 GRATIS su tutti i prodotti! Utilizza il codice coupon: STAYSAFE al momento del pagamento. Acquista 3 articoli qualsiasi dalla collezione Mvintage e ricevi il 4 ° articolo gratuitamente! Consegna lo stesso giorno a te oa qualsiasi indirizzo a Malta per tutti gli ordini effettuati nei giorni feriali prima di mezzogiorno. Offerta valida fino all'18 aprile.

SPEDIAMO IN TUTTO IL MONDO

Il carrello è vuoto.

DONNE ISPIRATIVE, EPISODIO 6 - GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE

Novembre 14 2018

DONNE ISPIRATIVE, EPISODIO 6 - GIORNATA MONDIALE DEL DIABETE

Novembre 14 2018

 

Il 14 novembre è la Giornata mondiale del diabete; una giornata dedicata alla sensibilizzazione e alla promozione dell'importanza del diabete come problema di salute globale. 

Quest'anno per sensibilizzare e contribuire alla causa, abbiamo collaborato con l'ispiratrice Rachel Portelli. Essendo stato diagnosticato un diabete di tipo 1 durante la sua infanzia, Rachel è un pilastro di forza di fronte alle avversità causate dalla sua malattia. Rachel ha creato una comunità di supporto e istruzione attraverso il suo sito web SUPPORTING1ANOTHER.COM; un forum di motivazione ed esperienze condivise per le persone che soffrono di diabete di tipo 1.

Nell'ambito della nostra collaborazione con Rachel abbiamo progettato un'incisione elegante e funzionale da indossare come collana di allerta medica. Un pezzo elegante che può anche essere un salvavita in situazioni di emergenza. Metteremo inoltre in vendita 20 ciondoli GRATUITI per il diabete di tipo 1 con disco inciso. Inoltre offriremo il 15% di SCONTO sui pendenti incisi con disco per diabete di tipo 1. I codici coupon saranno disponibili contattando Rachel attraverso i suoi canali social, collegati alla fine di questo blog.

Come individuo Rachel incarna il valore che teniamo a cuore. Una volontà forte e determinata la spinge a combattere per la sua causa; creare una famiglia di sostenitori focalizzata sulla sensibilizzazione a questa malattia cronica. Oltre alla nostra collaborazione ci siamo seduti con Rachel, ponendo una serie di domande su come questa donna ispiratrice ha affrontato i suoi ostacoli, li ha superati e ha trasformato le avversità in risultati. Continua a leggere di seguito per saperne di più sul viaggio di Rachel.

Puoi parlarci del tuo viaggio con il diabete di tipo 1? La tua diagnosi e come l'hai perseverata? 

Non ricordo il giorno della mia diagnosi. I miei genitori avevano iniziato a notare diverse cose su di me: dormivo di più, bevevo di più e bagnavo il letto tra le altre cose. Questi sono sintomi tipici del diabete di tipo 1, ma all'inizio non li collegavano alla condizione. A quel tempo, non c'era consapevolezza sul diabete come c'è oggi, i miei genitori non sapevano nemmeno che i bambini possono essere diagnosticati. È stato solo quando mio padre ha sentito due uomini per strada dire quanto bevono le persone con diabete che è entrato nel radar. A peggiorare le cose, il medico di famiglia ci aveva mandato immediatamente da uno specialista in diabete e la prima cosa che lo specialista disse fu: “Guarda, una volta diabetico, sempre un diabetico. Ecco una ricetta per il farmaco di cui hai bisogno. Puoi prenderli dalla farmacia dell'ospedale. Dopodiché, torna a casa e dì al tuo medico di famiglia di contattarmi. " Sono rimasti scioccati dalla mia diagnosi e anche dal modo in cui è stata presentata loro.

Nonostante ciò, i miei genitori erano determinati a darmi la migliore vita normale possibile. Non volevano che questa diagnosi mi fermasse e dopo che lo shock è svanito, hanno fatto del loro meglio per aumentare la consapevolezza e aiutare altre famiglie ad affrontare una diagnosi del genere. Sono cresciuto in un ambiente in cui andava bene controllare il mio livello di zucchero nel sangue e prendere l'insulina secondo necessità, tuttavia uscire da casa è stata una storia diversa. Commenti come "sei troppo giovane per avere il diabete", "non sei grasso come dovrebbe essere un diabetico", "mangia correttamente ed esercitati in modo da poter vivere una vita normale" o "almeno non è peggio" peggiorava sempre le cose. Da ragazza, il diabete raramente era il mio migliore amico. Ho visto il diabete come un peso ed è stato estenuante affrontare la vita quotidiana degli adolescenti e il diabete. Ho attraversato anni di esaurimento del diabete in cui mi sentivo stanco di gestire la mia malattia cronica e volevo solo arrendermi. Odio non era una parola abbastanza forte per spiegare come mi sentivo riguardo a tutto ciò. 

Tuttavia, crescendo, mi sono reso conto che stavo solo facendo del male a me stesso e alla mia famiglia. Ho iniziato l'università e per me è stato un nuovo inizio per diventare un nuovo me più sano. Anche se il mio diabete può farmi paura, ho ancora obiettivi e sogni come donna che vorrei raggiungere. Le mie scelte e azioni non dovrebbero essere limitate dal diabete di tipo 1. Quando anche mio fratello è stato diagnosticato, ho notato quanto fosse meglio per lui capire quando aveva qualcun altro che stava attraversando la stessa cosa. Da lì, sono stato coinvolto con la Maltese Diabetes Association, ho iniziato a incontrare altri che stavano affrontando questo problema e ho iniziato a sensibilizzare. Da tutto questo ho avuto la straordinaria opportunità di fare uno stage di sei mesi presso la International Diabetes Federation a Bruxelles. Ora sono un segretario all'interno del comitato dell'Associazione, ho incontrato centinaia di persone sia a livello locale che internazionale che vivono con il T1D e sono coinvolto in vari progetti tra cui Young Leaders in Diabetes della International Diabetes Federation e il programma Queen's Young Leader. Ho anche lanciato una nuova piattaforma chiamata "Supporting 1 Another" con la quale intendo aumentare la consapevolezza sul diabete di tipo 1 e supportare coloro che convivono con questa malattia cronica. 

Quali lezioni ti ha insegnato il tuo viaggio con il diabete? 

Non tutti i giorni sono uguali, quindi sto ancora imparando dal diabete. Ma nei 21 anni in cui ho convissuto con il T1D, mi ha insegnato come essere responsabile poiché ho sempre bisogno di stare attento a quali effetti il ​​mio zucchero nel sangue, se è il cibo che mangio, l'esercizio che scelgo di praticare o non e molto altro ancora. Tuttavia, a volte il mio livello di zucchero nel sangue ha una mente propria e anche se faccio del mio meglio per mantenere il controllo perfetto, la vita si mette in mezzo. Che si tratti di raffreddore, stress, eccitazione o altro, il mio sangue sarà sempre influenzato. Pertanto, questo mi ha insegnato ad essere paziente e comprensivo. Mi ci sono voluti anni per capire che va bene se vado un po 'in alto o in basso, non è sempre colpa mia. Sto facendo del mio meglio per vivere il più sano possibile. 

Mi ha anche insegnato che non sono mai solo. Ho una famiglia e degli amici fantastici che mi supportano sempre. Ho anche incontrato altre persone all'interno della comunità del diabete che continuano a ispirare e sensibilizzare in tutto il mondo. Siamo lì l'uno per l'altro e capiamo quando ci sentiamo ad esempio entusiasti di un numero o quando ci sentiamo frustrati quando non possiamo tenere sotto controllo i nostri numeri. Una tale comunità porta la speranza che anche se potremmo attraversare periodi difficili, sappiamo che c'è qualcuno in piedi accanto a noi che ci incoraggia!

Quali qualità sono importanti per te nell'affrontare il diabete di tipo 1? 

Penso che le più importanti siano forza e determinazione. Convivere con il diabete non è una passeggiata nel parco e ogni giorno continuiamo a superare ostacoli diversi. Può essere una malattia cronica nascosta, tuttavia, al contrario, una persona che convive con il T1D e la sua famiglia lo hanno sotto i riflettori. Personalmente, non ho mai pensato di essere una persona forte. Mi sono sempre concentrato sul momento, soprattutto su quelli negativi. Dopo mesi o probabilmente anche anni, mi chiedo sempre, come ho fatto a superare tutto questo? La risposta è molto spesso 'non lo so' ma quello che so è che senza forza e determinazione, probabilmente sarei ancora rinchiuso ad aspettare la luce alla fine del tunnel invece di alzarmi e cercare di trovarla me stessa. 

Cos'è più prezioso per te? 

Immagino sia piuttosto un cliché: la mia famiglia, i miei amici e le persone della comunità del diabete. Queste sono le persone che non solo stanno al mio fianco quando ci riesco. Sono presenti anche quando sono arrabbiato, triste e frustrato per la mia malattia cronica. La mia famiglia e gli amici sono sempre lì per sostenermi e sono quelli che mi hanno aiutato a superare momenti difficili come quando mi è stata diagnosticata la retinopatia diabetica (complicazioni agli occhi) meno di una settimana prima delle mie finali universitarie. Sono stati con me durante gli appuntamenti, il trattamento laser e la chirurgia. Senza di loro, probabilmente non sarei stato in grado di affrontare tutto questo. 

La comunità del diabete d'altra parte è più potente di quanto si possa immaginare. Persone da tutto il mondo stanno condividendo le loro storie, dando supporto a coloro che stanno attraversando un momento difficile e molto altro ancora. Ero una persona molto riservata, a volte lo sono ancora. Tuttavia, parlare può aiutare tante altre persone. Con questo ho creato la piattaforma `` Supporting 1 Another '' che condivide le informazioni degli operatori sanitari e condivide storie scritte da persone che convivono con il diabete di tipo 1 (sia che lo abbiano personalmente o che conoscano qualcuno che ha a cuore). Questa piattaforma può aiutare a mostrare alle persone che sebbene il T1D possa essere estenuante a volte, non siamo mai soli. Aiuterà anche le società a capire cos'è veramente e le aiuterà a realizzare i sintomi in caso di emergenza che possono aiutare a salvare vite umane! Non rivestendolo di zucchero, le persone possono essere più consapevoli di ciò che significa realmente avere il diabete. 

Qual è stato il motivo per cui hai acquistato la tua incisione da Mvintage? 

Come si potrebbe vedere da "Supporting 1 Another", ho sempre amato le storie e ho creduto nei messaggi dietro oggetti o cose, che si trattasse di un libro, un film, una canzone, un gioiello o altro. Cerco sempre qualcosa di significativo e amo la semplicità. Con i valori di Mvintage di individualità, perseveranza e emancipazione femminile, ho sempre amato i design. Erano semplici, ma si distinguevano per il loro messaggio. La mia prima collana è stata il pendente della speranza e il pendente del loto in fiore che simboleggia la purezza e si eleva al di sopra, promuovendo la perseveranza e la forza. 

Quando è stata rilasciata la nuova collezione di incisioni, ho subito pensato ai gioielli di allerta medica. In precedenza ne avevo acquistati quelli dall'estero, tuttavia, non li ho mai indossati davvero. Non sono mai stato veramente soddisfatto di questi acquisti. Alcuni di loro hanno persino perso il significato di essere un braccialetto medico poiché c'era più attenzione sulle bande piuttosto che sul ciondolo che diceva "Diabete". Volevo qualcosa di semplice, sorprendente e allo stesso tempo ho dato il messaggio. Un pezzo del genere può salvare vite umane, evitare che piccole emergenze diventino gravi crisi e proteggerà chi lo indossa da possibili errori medici commessi in quel momento. Dopo aver incontrato Mvintage e aver lavorato al design, questo ciondolo è diventato la mia collana di tutti i giorni. Mi assicuro di indossarlo sempre e di amarlo ogni volta. Sembra incredibile e potrebbe anche salvarmi la vita in possibili emergenze. 

Che consiglio daresti a qualcuno a cui è stata appena diagnosticata? 

Quando mi guardi non vedi il diabete, prima di ogni altra cosa vedi una persona e questo è qualcosa che dobbiamo sempre tenerlo a mente. Anche se il nostro diabete può farci paura, tutti hanno obiettivi e sogni che vorremmo realizzare. Le nostre scelte e azioni non dovrebbero essere limitate dal diabete di tipo 1. Il consiglio che darei a un'altra persona a cui è stata diagnosticata è di non arrendersi mai. Se vuoi studiare, studia. Se vuoi viaggiare, viaggia. Se vuoi sposarti e crescere la tua famiglia, fallo. Sebbene il diabete possa avere il suo effetto sulla nostra vita quotidiana, non dovremmo mai lasciare che ci controlli e ci rinchiudiamo in una prigione buia. Con tutte queste nuove tecnologie e innovazioni, siamo in grado di vivere una vita sana e ottenere ciò che vogliamo. Non mollare mai!

Puoi seguire Rachel e imparare come mettere le mani su un ciondolo inciso per il diabete di tipo 1 facendo clic sui collegamenti sottostanti e contattando:

Sito web di Rachel

Instagram di Rachel / SOSTENERE UN ALTRO Instagram

Facebook di Rachel / SOSTENERE UN ALTRO Facebook 

Mvintage Supporto Wo ...

marzo 05, 2021

Lì con te

Gennaio 06, 2021

Keep Dreaming - The La ...

Dicembre 30, 2020

L'ULTIMO NATALE ...

Dicembre 16, 2020

"COMBATTI CON LA TUA SPIRI ...

Dicembre 01, 2020

MVINTAGE PROCLAMA DONNA ...

Ottobre 02, 2020

LOVE SHERO- GRAZIELLA ...

Ottobre 01, 2020

PROTEZIONE SHERO- ELAI ...

Ottobre 01, 2020

FAITH SHERO - GABI CAL ...

Ottobre 01, 2020

AMMIRAZIONE SHERO - ALI ...

Ottobre 01, 2020

MVINTAGE DONA € 5,00 ...

Settembre 11, 2020

MVINTAGE LANCIA IL ...

21 agosto 2020

MVINTAGE HONORS 50 SU ...

APRILE 23, 2020

MVINTAGE RICONOSCE AM ...

marzo 04, 2020

A MIA BESTIE, CON AMORE

Luglio 31, 2019

TREND GIOIELLI ESTIVI ...

Luglio 01, 2019

NUOVA COLLEZIONE PE 2019 ...

Febbraio 22, 2019

STORIE D'AMORE - EPIS ...

Febbraio 07, 2019

STORIE D'AMORE - EPIS ...

Gennaio 29, 2019

STORIE D'AMORE - EPIS ...

Gennaio 24, 2019

STORIE D'AMORE - EPIS ...

Gennaio 17, 2019

ISPIRAZIONALI DONNE EP ...

Gennaio 11, 2019

UNO SGUARDO AL 2018

Gennaio 08, 2019

OFFERTA NATALE 3FOR2

Novembre 24, 2018

LA STORIA DI MVINTAGE DI ...

Novembre 16, 2018

DONNE ISPIRAZIONALI, E ...

Novembre 14, 2018

COME LO HAI SAPUTO? #GIF ...

Novembre 05, 2018

DONNE ISPIRAZIONALI, E ...

Settembre 10, 2018

OFFERTA AMICIZIA - GOO ...

Luglio 02, 2018